Curiosità Scuole

Il Coronavirus non ferma Olga, resiste e si laurea con 110 e lode.

La prima laureata nella storia di Capranica Prenestina è “online”. È uno degli effetti dell’emergenza Coronavirus in corso, che ha imposto lezioni ed esami da casa per tutte le scuole. Lei si chiama Olga Damiani, ha 26 anni e oggi con il voto di 110 e lode ha conseguito la laurea magistrale quinquennale a ciclo unico in scienze della Formazione primaria. E’ stata intevistata da una testa locale.Ecco l’intervista:
Sei la prima laureata nella storia di Capranica allora. Che effetto ti fa? A quanto pare sì. Oggi è una gioia, finalmente un momento di liberazione in un periodo di alta tensione per le notizie dall’esterno e gli impegni quotidiani di studio.Com’è studiare online e farsi interrogare attraverso un computer? Sicuramente è una novità e non è certo quello che mi ero immaginato all’inizio del mio percorso. Però devo dire che è andata bene, la laurea ha valore a tutti gli effetti di legge.In futuro credi che si possa utilizzare l’alternativa dello studio da casa? Ci sono degli strumenti molto validi e la tecnologia in questo caso è stata molto utile. All’Università Roma Tre noi utilizziamo la piattaforma Microsoft Team, che è praticamente come un’aula virtuale. Certo però ti manca il contatto fisico, il confronto con gli altri colleghi studenti e le stesse emozioniChi c’era con te al momento della proclamazione? Mamma, papà, mio fratello e la moglie. È stato bello, anche se avrei voluto accanto a me anche tante altre persone. All’inizio di questa emergenza erano state ipotizzate discussioni a porte chiuse, neanche i genitori sarebbero potuti entrare. Oggi per fortuna anche la mia famiglia era con me.Come è stata l’attesa? Snervante lo stesso, anche se certo mancava il contesto dell’aula magna. Con la piattaforma ti mettono in attesa, come nella realtà, oggi eravamo sei. Mi è dispiaciuto non avere con me i relatori ma alla fine ce l’ho fatta.E da domani? Da domani ci si riposa in attesa che tutto questo finisca per tornare a far ripartire insieme il nostro Paese.fonte: montiprenestini.info