Comunicazioni

I sapori dell’Abruzzo a Palestrina, apre “I gemelli”. La storia di una famiglia

Due gemelli, un suocero, un genero e uno chef: tutti con la passione comune dell’Abruzzo. Nasce da un intreccio di queste storie “I gemelli”, il nuovo locale che porta per la prima volta ai Monti Prenestini le specialità dell’Abruzzo. Prende il posto di un noto ristorante gourmet, in via Anicia, 11, cuore del centro storico di Palestrina, ma oggi a un primo sguardo definirlo ristorante può apparire addiittura riduttivo. La versatilità è la sua prima caratteristica, si presenta ai clienti come un locale adatto per ogni occasione, dall’aperitivo al dopo cena. I gemelli ha inaugurato lo scorso 3 marzo presentando a tutti il meglio dell’enogastronomia abruzzese. Dai coglioni di mulo alle pizzonte, dai formaggi agli immancabili Arrosticini, che possiamo definire con un unico aggettivo: “imparagonabili”. Il motivo? Perchè sono fatti a mano e provengono da Pianella, definita la patria degli Arrosticini. 30 grammi di carne selezionata nelle varianti fegato, pecora o pollo cotti alla brace con il metodo abruzzese. Nella storica cucina di questo locale ha fatto ingresso per la prima volta la fornacella, un braciere  che sembra un canale della grondaia con un sistema di aerazione formidabile per la gestione degli odori e dell’aria. In console Massimo, chef anche lui di Pianella, che proviene da un guru della cucina abruzzese, il famoso “Margherita”, visitato recentemente anche da Cannavacciuolo. Affidare il braciere a uno come Massimo è anzitutto una garanzia di perfetta riuscita ma anche e soprattutto della migliore selezione delle materie prime. È lui che sceglie le carni all’origine e le prepara in cucina, pronti per essere messe alla brace. In menu anche tagli selezionati di Scottona e pizzonte, le pizze fritte abruzzesi proposte in tante varianti che lasciano solo imbarazzo nella scelta.Un affare di famiglia e di cuore.
80 coperti, toni caldi del legno e inserti di roccia accompagnano il bianco e il nero eleganti delle pareti. Questo storico locale, per chi ancora non lo conoscesse, racconta la storia della cucina a Palestrina. Da qui sono passati i migliori chef e gastronomi di Roma sud. Un giardino esterno completa il concetto di “dinamicità” di questo locale, tra saliscendi, angoli riservati e lunghe tavolate per passare una sera con gli amici o il proprio partner. Il menu è accompagnato da una buona carta dei vini e da un’equilibrata selezione di birre. A chiudere il pasto i dolci della casa: da non perdere le frittelle di mele con gelato alla vaniglia e la pizza dolce abruzzese. I prezzi? Sorprendenti. Con 20 euro si può ritornare a casa assaggiando il meglio delle terre dell’Abruzzo. Cosa chiedere di più?fonte:  www.montiprenestini.info