Politica

TERMINATE LE CONSULTAZIONI. E ORA?

Sono terminate le Consultazioni con i Partiti e Movimenti Politici del Premier incaricato Mario Draghi.

Allo stato attuale –dalle dichiarazioni rilasciate dalle varie componenti coinvolte – sembra che l’Ex Presidente della BCE riuscirà ad ottenere la maggioranza.

Pd, Leu, Forza Italia, Italia Viva e altre componenti minori hanno dato il proprio ok.

La Lega pare che non porrà veti né su temi né su nomi!!! Come Italia Viva che ha fatto cadere il Governo precedente proprio su Temi e Nomi!

Movimento 5 Stelle: I vertici hanno dato il proprio ok, soprattutto dopo aver avuto rassicurazioni (pare) sul Recovery, sul Reddito di Cittadinanza, sul nuovo SuperMinistero Green. Ma – come prassi – il M5S dovrà passare attraverso il voto della propria base sulla piattaforma Rousseau.

E’ se dovesse arrivare un NO? Che succede? Ricordiamo che nei 2 rami del Parlamento il M5S è il partito di Maggioranza Relativa.

La cosa nuova di queste consultazioni (molto positiva peraltro) è che sono state ascoltate anche le parti sociali e specificatamente i maggiori sindacati italiani.

Fra le atre cose l’unanime richiesta è stata quella di prorogare il Blocco dei Licenziamenti oltre il 31 marzo.

Ma – ripeto – ora che succede? Una cosa è certa: Bisogna fare in fretta!

L’ultimo DCPM scade il 5 marzo p.v.

Dal 15 Febbraio salta il blocco delle Regioni.

L’UE pressa per il Recovery Fund.

Bisogna riprogrammare la Campagna Vaccinale.

Sono troppi i temi in ballo e tutti sia Prioritari che Urgenti!

Di sicuro il Premier incaricato si presenterà dal Presidente Mattarella Venerdì 12, ma sono comunque tempi troppo stretti per far varare al nuovo Governo un provvedimento che Confermi/Cancelli/Posticipi il Blocco delle Regioni che scade il 15 Febbraio.

Domani ne sapremo qualcosa di più.